jump to navigation

Ghost4Linux giugno 7, 2007

Posted by linuxiano in Linux, Note su Linux, terminale, Uncategorized, Utility.
trackback

Ecco un semplice metodo su come salvare le partizioni linux e renderle disponibile per un eventuale ripristino di sistema.
Tutto con il software Microsoft che adesso gira anche sotto linux: Ghost4Linux.

Solitamente questo software viene allegato alle ‘distro-recover’, poichè per agire sulle partizioni, esse non devono essere montate (cosa che avviene con un live-cd).
Prima di tutto dobbiamo scaricarci l immagine iso e ‘scriverla su cd’.
Riavviamo e facciamo il boot da cd, dopodichè saremo sottoposti ad una serie di domande; che ci faranno arrivare in una schermata di shell, dove potremo avviare ghost4linux attraverso il comando:
g4l
Saremo condotti nel menù principale di g4l, che usa le librerie pseudo-grafiche “ncurses”. Da li potremo scegliere varie opzioni:
di Stefano Angaran
* RAW Mode: questa modalità prevede sia il trasferimento locale o tramite server FTP e funziona con qualsiasi tipo di filesystem. In effetti viene creata una copia precisa della partizione o del disco selezionato tanto che le dimensioni finali, non compresse, dell’immagine saranno pari a quelle appunto della partizione di origine.
* File mode: questa modalità utilizza il software Partition Image, chiamato anche “partimage”, per salvare o ripristinare le immagini dei vostri hard disk o delle vostre partizioni. A differenza della RAW mode questa modalità prevede il salvataggio nell’immagine della sola parte effettivamente utilizzata della partizione e non effettua quindi il salvataggio dei settori liberi ma solo di quelli occupati dai file. Anche in questo caso è possibile operare in locale oppure comunicare con un server di partimage ( non FTP come nel caso della RAW mode ).
Utilities: come dal nome consente l’accesso rapido ad alcuni programmi di utilità e di supporto a Ghost4Linux.
* Show Help: fornisce supporto relativo all’utilizzo di Ghost4Linux.

Adesso vedremo come salvare e ripristinare una partizione nella modalità classica, selezionando ‘RAW MODE’.
Anche qui scegliamo l opzione: ‘LOCAL USE’, e settiamo i seguenti parametri:
di Stefano Angaran
* Pick drive

: selezionate la partizione nella quale il programma dovrà scrivere i dati dell’immagine oppure dalla quale dovrà leggere i dati per il ripristino. Sfortunatamente il programma non mostra una lista dettagliata delle informazioni relative ad ogni partizione ma solamente le dimensioni.
* Config filename: impostate il nome che dovrà avere il file di immagine creato ( oppure il file di immagine da ripristinare, a seconda del caso ).
* Toggle split: questa opzione vi consente di creare un file di immagine ( o di ripristinarne uno ) diviso in più file. Questo è utile soprattutto nel caso che vogliate salvare l’immagine in una partizione formattata con file system che permettono una dimensione massima dei file non molto elevata come per esempio il FAT32 che prevede file di grandezza massima di 4GB.
* Toggle compression: potete selezionare un metodo di compressione da utilizzare per salvare un’immagine ( o di decompressione nel caso di recupero ). Le modalità di compressione sono 4 ( nessuna, Gzip, Lzop, BZip2 ). E’ conveniente nominare il file di immagine con un estensione opportuna in modo da capire a colpo d’occhio con che metodo di compressione è stato creato ( per esempio immagine.gz se si è utilizzato Gzip ).

Successivamente il programma vi farà confermare la vostra scelta con un riepilogo.
Una volta dato il consenso il programma inizierà la procedura di salvataggio e mostrerà lo stato di avanzamento del processo in una schermata che riassume le informazioni più importanti come la percentuale di avanzamento e la velocità di trasferimento.

Commenti»

1. Top Posts « WordPress.com - giugno 9, 2007

[…] Ghost4Linux [image] Ecco un semplice metodo su come salvare le partizioni linux e renderle disponibile per un eventuale ripristino […] […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: